spot_img

America Latina: inizia il tour del Presidente iraniano


Il Presidente Raisi firmerà accordi commerciali per rafforzare l'asse dei Paesi sanzionati dagli Usa. Venezuela, Cuba e Nicaragua sono le tappe previste

Un viaggio dall’alto valore aggiunto quello del Presidente della Repubblica Islamica dell’Iran Ebrahim Raisi in Sud America, una missione che comincia proprio dal Venezuela, nazione anch’essa pesantemente sanzionata dagli Stati Uniti, con la quale Teheran intrattiene forti legami economici e diplomatici. Una partnership in crescita, come evidenziato dai due Presidenti nei giorni scorsi, finalizzata all’incremento ulteriore dell’interscambio con, alla base, un’idea precisa di carattere geopolitico: bypassare il ruolo Usa.

Dalla cooperazione ventennale alla crescita dell’interscambio

Come annunciato in conferenza stampa dal Presidente Raisi, alla presenza del suo omologo Nicolás Maduro — che a sua volta si era recato un anno fa in Iran per la firma della road map di cooperazione ventennale —, Teheran e Caracas puntano nel lungo periodo a 20 miliardi di dollari di scambi commerciali, partendo con l’arrivare a 10 miliardi nel primo step della rafforzata cooperazione economica. Oggi la cifra è pari a 3 miliardi di dollari, che solo due anni fa risultava essere di 600 milioni.

L’autogol statunitense

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo