spot_img

Si riapre il fronte del Nagorno Karabakh: la Russia sempre protagonista


Si terranno in Turchia i nuovi round negoziali tra Ucraina e Russia ma le tensioni nel Nagorno Karabakh complicano lo scenario. Mosca accusa l’Azerbaijan di aver violato il cessate-il-fuoco

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Si terranno in Turchia i nuovi round negoziali tra Ucraina e Russia ma le tensioni nel Nagorno Karabakh complicano lo scenario. Mosca accusa l’Azerbaijan di aver violato il cessate-il-fuoco

Una guerra in atto, un’altra congelata, la Russia sempre attore protagonista. Con la comunità internazionale in apprensione per l’invasione della Federazione in Ucraina, lo sguardo ora si rivolge nuovamente all’area del Nagorno Karabakh dove, secondo i russi, l’Azerbaijan, appoggiato dalla Turchia, avrebbe violato il cessate-il-fuoco sancito nel 2020, al termine delle violenze riprese con l’esercito dell’Armenia.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato guarda a est ma abbandona il Mediterraneo

Prove di disgelo tra Corea del Sud e Giappone

I media e la loro influenza sulla nostra percezione del mondo