spot_img

Clima

COP 28: Green New Deal for Future

La strana e surreale COP 28, organizzata dai petrolieri per liberare il mondo dall’inquinamento prodotto dal petrolio, sembrava destinata a essere la più inconcludente di sempre ma è risultata, a sorpresa, la più incisiva di tutte.

Africa: primo summit sul clima

54 Paesi africani hanno firmato la Dichiarazione di Nairobi che chiede l’introduzione a livello globale di una carbon tax “sul commercio di combustibili fossili, sui trasporti marittimi e sull’aviazione a cui potrebbe essere aggiunta una tassa globale sulle transazioni finanziarie”

Tunisia: si comincia a razionare l’acqua

Il risultato di quattro anni di siccità potrebbe avere conseguenze enormi. La misura del governo si inserisce in un clima già teso, a causa della lunga crisi economica, politica e sociale che il Paese sta attraversando

Malawi: devastazione dopo il passaggio di Freddy, tempesta senza precedenti

Il ciclone ha colpito due volte l’Africa sud-orientale con la più alta quantità di energia mai registrata. Secondo gli esperti la durata e la maggiore intensità del fenomeno sono gli effetti del cambiamento climatico

Africa: acqua per tutti

Il 40% della popolazione africana vive ancora senza accesso all’acqua potabile, e l’urbanizzazione e il cambiamento climatico minacciano la già limitata disponibilità idrica. Alcuni paesi africani stanno avviando un percorso di miglioramento, registrando progressi sostanziali nella gestione e distribuzione

Carbon tax: il Climate Club europeo

Il percorso di decarbonizzazione intrapreso dall’Unione Europea assumerà una scala più globale con l’introduzione del meccanismo di adeguamento del carbonio alle frontiere (Carbon Border Adjustment Mechanism – CBAM)

Cop 27, attenzione all’Africa

Nasce l’Alleanza Internazionale per la Resilienza contro la Siccità, lanciata da Spagna e Senegal, con l’appoggio della Convenzione delle Nazioni Unite per Combattere la Desertificazione

Non c’è pace senza commercio internazionale

Il tramonto, facilitato dalla crescita dei regimi totalitari, della logica multilaterale e del commercio internazionale aumenta il rischio che le tensioni globali, non più governate a livello geopolitico, sfocino in scontri tra blocchi militari

ULTIME NOTIZIE

Al via la campagna elettorale in Messico

Cambogia: democrazia ma senza opposizione

COP 28: Green New Deal for Future

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo