spot_img

Myanmar: più proteste, più repressione


In Myanmar proseguono le proteste contro il golpe. Alla repressione fisica si aggiunge quella legale. Onu e Usa minacciano i militari, mentre i vicini asiatici restano ancora in silenzio

Lorenzo Lamperti Lorenzo Lamperti
Direttore editoriale di China Files e coordinatore editoriale di Associazione Italia-ASEAN. Scrive di Cina e Asia per diverse testate tra cui Affaritaliani (di cui ha gestito la sezione esteri), Eastwest, il Manifesto e ISPI.

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati

Hai già un abbonamento PREMIUM oppure DIGITAL+WEB? Accedi al tuo account


- Advertisement -spot_img

Facebook, le nuove rivelazioni su India e Stati Uniti

Pensioni, una riforma “dragoniana”

L’Europa dell’est non si vaccina 

Afghanistan, l’evacuazione da Kabul spiegata